STATUTO CPETrader

CPE: lo Statuto della associazione.

"Collegio Professionale Europeo"

Esperti Trader e Analisti Finanziari 

Associazione Professionale CPETrader

 

Modifiche allo statuto (art. 21 del codice civile)

Oggetto delle modifiche: adeguamento alla Legge 14 gennaio 2013 n. 4;

Il Presente Atto modifica e sostituisce integralmente il precedente Statuto in vigore e ogni altro con data anteriore alla data odierna.

STATUTO

In vigore dal 16 giugno 2023 già comprendente le modifiche apportate.

Art. 1     L’Associazione Professionale rappresenta gli Associati, e la categoria degli Investitori, Educatori, Trader e Analisti Finanziari in Italia, in Europa e nel mondo, Professionisti o aspiranti Professionisti iscritti e non iscritti, nei rapporti con la Pubblica Amministrazione, si gestisce in attuazione dell'art. 117, terzo comma, della Costituzione e nel rispetto dei principi dell'Unione europea in materia di concorrenza e di libertà di circolazione, e si disciplina in osservanza della Legge 14 gennaio 2013 n. 4 delle professioni non organizzate in ordini o collegi e si Autoregolamenta.

Art.2     Per «professione non organizzata in ordini o collegi non regolamentati», di seguito denominata «professione», si intende l'attività economica, anche organizzata, volta alla prestazione di servizi o di opere a favore di terzi, esercitata abitualmente e prevalentemente mediante lavoro intellettuale, o comunque con il concorso di questo, con esclusione delle attività riservate per legge a soggetti iscritti in albi o elenchi ai sensi dell'art. 2229 del codice civile, delle professioni sanitarie e delle attività e dei mestieri artigianali, commerciali e di pubblico esercizio disciplinati da specifiche normative.

Art. 3    Gli Associati che svolgono una delle professioni di cui all’Art. 1, contraddistinguono la propria attività, in ogni documento e rapporto scritto con il cliente, con l'espresso riferimento, quanto alla disciplina applicabile, agli estremi della legge 14 gennaio 2013 n. 4. L'inadempimento rientra tra le pratiche commerciali scorrette tra professionisti e consumatori, di cui al titolo III della parte II del codice del consumo, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, ed è sanzionato dall’Associazione e ai sensi dello Statuto e del medesimo codice civile.

Art. 4    L'esercizio della professione è libero e fondato sull'autonomia, sulle competenze e sull'indipendenza di giudizio intellettuale e tecnica, nel rispetto dei principi di buona fede, dell'affidamento del pubblico e della clientela, della correttezza, dell'ampliamento e della specializzazione dell'offerta dei servizi, della responsabilità del professionista.

Art. 5    La professione è esercitata dai soci in forma individuale, in forma associata, societaria, cooperativa o nella forma del lavoro subordinato o di collaborazione.

Art. 6    i Soci dell’Associazione svolgono la professione di cui all'art. 1, e stabiliscono che l’associazione è a carattere professionale e di natura privatistica, e fondata su base volontaria, senza alcun vincolo di rappresentanza esclusiva, con il fine di valorizzare le competenze degli associati e garantire il rispetto delle regole deontologiche (adottate dall’Associazione e in allegato al presente Atto), agevolando la scelta e la tutela degli utenti nel rispetto delle regole sulla concorrenza. L’Associazione rispetta la Costituzione della Repubblica Italiana.

Art. 6bis    Lo statuto e le clausole associative dell’associazione professionale garantiscono la trasparenza delle attività e degli assetti associativi, la dialettica democratica tra gli associati, l'osservanza dei principi deontologici, nonché una struttura organizzativa e tecnico-scientifica adeguata all'effettivo raggiungimento delle finalità dell'associazione.

  1. L’attuale Presidente è Mulino Daniele a far data dal 01 luglio 2023, che entra in carica sostituendo il Presidente dimissionario. La Carica Presidenziale ha durata di 4 anni, scadenza prevista per il 01 luglio 2027 data in cui l’Assemblea dei soci eleggerà il nuovo Presidente;
  2. La durata in carica del Presidente è di 4 anni a partire dal 01 luglio 2023, alla scadenza del mandato l’Assemblea generale dei soci eleggerà il nuovo Presidente, nei tempi e nei modi previsti dal presente Statuto;
  3. Il Presidente ha il Potere di firma, di rappresentanza e di gestione dell’associazione;
  4. Il Presidente nomina i membri dell’esecutivo. Il Consiglio Direttivo generale e gli Organi associativi, le figure d’interesse e i Presidenti Onorari;

Altri Organi dell’associazione sono elettivi e sono i seguenti:

l’Assemblea Generale dei soci;

il Consiglio Direttivo generale;

Le Commissioni Tecniche, Organizzative e settoriali sono composte con nomina Presidenziale;

  1. L’Esecutivo generale si compone da massimo 5 membri, le decisioni sono prese a maggioranza o all’unanimità dei componenti;
  2. Il Consiglio Direttivo Generale si compone da un massimo di 9 membri per l’Italia più 1 membro per rappresentanza di nazione estera, le decisioni sono prese a maggioranza o all’unanimità dei membri.
  3. Le Commissioni formate alla data odierna sono: Commissione Giustizia, Commissione Tecnico scientifica, Commissione Organizzativa ed esaminatrice, Commissione Ricerca e sviluppo; Commissione Parcelle, ulteriori Commissioni o Comitati potranno essere formate. Le Commissioni si Autoregolamentano così come si autoregolamenta l’Associazione stessa.
  4. I soci si distinguono tra soci Aderenti e soci Ordinari, i soci Aderenti sono iscritti in categoria A (Aspiranti Professionisti), non hanno diritto di voto, ma di sola presenza e partecipazione all’assemblea generale, I soci Ordinari sono iscritti nelle ulteriori categorie e hanno diritto al voto in assemblea generale; è prevista la possibilità di delega del voto per un massimo di tre per socio.
  5. Tutti i soci possono proporre in discussione argomenti all’Ordine del giorno dell’Assemblea generale, la richiesta d’inserimento nell’Ordine del giorno deve essere firmata dal socio promotore e da minimo 5 soci ed essere inviata al Presidente almeno 30 giorni prima della data di fissazione dell’Assemblea generale;
  6. La Convocazione di Assemblea generale ordinaria o straordinaria, in prima convocazione o in successive convocazioni dovrà essere pubblicata su sito ufficiale in apposito spazio. La pubblicazione deve avvenire almeno 60 giorni prima della data stabilita per l’Assemblea. La Pubblicazione su sito ufficiale, assolve gli obblighi di pubblicità e convocazione dei soci. Le assemblee possono tenersi in forma fisica o elettronica. L’Assemblea generale avrà luogo almeno 1 volta l’anno;
  7. L’anno fiscale si conclude al 31 dicembre;
  8. Gli adempimenti fiscali dovranno avvenire in tempi utili e la rendicontazione o il Bilancio saranno inseriti nell’Odg dell’Assemblea generale, per l’approvazione così come sarà inserita l’eventuale programmazione per i successivi esercizi;
  9. L’associazione si promuove attraverso le quote associative, donazioni e proventi da eventuali attività commerciali svolte per il raggiungimento dei fini sociali;
  10. L’associazione potrà svolgere qualsiasi attività per il raggiungimento degli scopi sociali e per l’Assistenza o la Tutela del socio.
  11. L’Associazione in Particolare potrà svolgere la Formazione permanente degli iscritti, direttamente oppure delegando, la preparazione didattica agli esami di fine corso degli iscritti, a un soggetto esterno, garantendo in tale eventualità la necessaria imparzialità.
  12. I Corsi principali di Formazione Permanente degli iscritti svolti dall’Associazione sono:
  13. Corso per Trader e Analista Finanziario Professionale;
  14. Corso per Educatore Finanziario e Docente di Trading Finanziario;
  15. Corso per Perito/Estimatore di Trading online.

L’associazione prevede l’aggiornamento tecnico degli iscritti con cadenza biennale. L’Associazione potrà svolgere Collaborazioni o Partnership con Scuole Pubbliche e Università e svolgere inoltre Corsi di Perfezionamento per i Docenti delle Scuole e Università.

Art. 7    L’Associazione punta all’Alta formazione quale mezzo di Perfezionamento dei propri iscritti, in tale Ambito spetta alla CTS prevista dalla Legge 14 gennaio2013 n. 4, stabilire le linee guida Didattiche, i requisiti di accesso ai corsi, le modalità di svolgimento degli stessi (in sede fisica o online), e l’elaborazione dei Test d’Esame.

L’associazione professionale promuove, anche attraverso specifiche iniziative e progetti, la formazione permanente dei propri iscritti, e può stabilire di affidarla anche in via esclusiva mondiale a terzi. L’esecutivo generale ha il Compito di valutare ed affidare tale esclusiva a soggetti ritenuti adatti e con modalità stabilite per iscritto. La decisione dell’Esecutivo è vincolante.

L’Associazione adotta il codice di condotta denominato “Codice Deontologico”, tutti gli associati sono tenuti a rispettarlo, il codice Deontologico, potrà essere modificato, aggiornato e integrato a cura della CTS.

L’associazione vigila sulla condotta professionale degli associati e stabilisce le seguenti sanzioni disciplinari da irrogare agli associati per le violazioni del medesimo codice:

  1. Violazione di lieve entità, sanzione: Richiamo ufficiale;
  2. Violazione di media entità: sanzione: sospensione temporanea del socio e multa;
  3. Violazione di grave entità: Radiazione dell’associato.

Alla Commissione Giustizia spetta il compito di valutare ed eventualmente irrogare le sanzioni. La Commissione Giustizia si autoregolamenta e indipendente ed è composta da un minimo di tre Persone, anche esterne all’associazione, nominate dal Presidente in carica.

L’eventuale futura modifica del presente Articolo è soggetta all’approvazione un’anime del 100% degli associati, fatto salvo l’eventuale vincolo e le linee generali espresse nell’articolo che non sono modificabili.

Art. 8    L’associazione promuove la seguente forma di garanzia a tutela dell'utente: attivazione di uno sportello di riferimento per il cittadino consumatore, presso il quale i committenti delle prestazioni professionali possano rivolgersi in caso di contenzioso con i singoli professionisti, nonché ottenere informazioni relative all'attività professionale in generale e agli standard qualitativi da esse richiesti agli iscritti.

Art. 9    Possono iscriversi all’Associazione le Persone di cui all’Articolo 1. L’associazione si disciplina con le seguenti categorie di livello tecnico raggiunto dai soci:

Cat. A: Aspiranti Professionisti;

Cat. B: Investitori;

Cat. C: Tecnici del Controllo Qualità e Conformità dei software di negoziazione online;

Cat. 1: Trader e Analisti Finanziari Professionali;

Cat. 2: Docenti di Educazione Trading e Analisi Finanziaria;

Cat. 3: Periti/Estimatori di Trading online.

Cat. 4: Soci Illustri.

 I seguenti requisiti sono essenziali ai fini dell’iscrivibilità all’Associazione nell’apposita categoria:

  1. Documento Identità e Codice fiscale;
  2. Modulo di richiesta iscrizione contenente, dati anagrafici, di studi svolti, di attività svolta.
  3. Pagamento della Quota associativa annuale, stabilita in euro 120,00.

Tutti gli aderenti fatta eccezione per gli iscritti in categoria A e B sono obbligati all’aggiornamento tecnico con cadenza biennale, lo stesso avviene attraverso corsi o seminari o convegni o eventi in cui viene prevista la validità ai fini dell’aggiornamento tecnico del socio.

Art. 10  L’Associazione rilascia ai propri iscritti, l’attestazione di avvenuta iscrizione (per tutti i soci), l’Attestazione del Possesso dei Requisiti Tecnici (non prevista per gli iscritti in cat. A e B), compreso quelli conseguiti nella Formazione Permanente, Formale, non formale e informale svolti dall’Associazione stessa, e la Certificazione della Qualità dei servizi erogati all’utenza dai soci Professionisti (non prevista per gli iscritti in cat. A e B), le attestazioni di partecipazione a seminari, convegni ed eventi, l’attestazione di assolvimento dell’obbligo formativo e dell’aggiornamento tecnico.

Art. 11  L’associazione e i soci osservano l’articolo 2 comma 5 e 6 della legge 14 gennaio 2013 n. 4, si prevede la possibilità di iscrizione nell’elenco di cui all’articolo 2 comma 7 della citata Legge.

Art. 12 L’associazione potrà organizzarsi secondo le forme di cui all’art. 3 commi 1,2 e 3 della Legge 14 gennaio 2013 n. 4.

Art. 13  L’associazione osserva quanto previsto dall’articolo 4, commi 1,2 e 3.

Art. 14  L’Associazione si conforma per quanto possibile, a quanto previsto nell’articolo 5, comma 1, 2 della Legge 14 gennaio 2013 n. 4.

Art. 15  L’associazione si Autoregolamenta in osservanza dell’art. 6 della Legge 14 gennaio2013 n. 4.

Art. 16  L’associazione osserva quanto previsto dall’articolo 7 e 8 della Legge 14 gennaio 2013 n. 4.

Art. 17  Sono iscrivibili all’Associazione Persone di qualsiasi nazionalità in possesso dei seguenti requisiti:

  1. Sana Condotta Morale;
  2. Maggiore età o minore età con consenso dei Genitori o Tutori;
  3. Possesso del Titolo di assolvimento delle scuole dell’obbligo. In tale caso si ritiene obbligatoria la Frequenza del Percorso Formativo dell’Associazione, eventuali crediti non potranno essere accettati.
  4. Possesso del Diploma o di Laurea. In tal caso si ritiene obbligatoria la frequenza del Percorso formativo dell’Associazione e la possibilità di riconoscimento di Crediti.
  5. Presentazione del Modulo di richiesta d’iscrizione compilato e firmato in ogni sua Parte.
  6. Pagamento della Quota sociale annuale stabilita per l’anno in corso in euro 120,00.
  7. Spetta all’Associazione valutare e accettare la richiesta d’iscrizione del candidato, si prevede la possibilità in caso di diniego di appello al Presidente in carica la cui decisione resta inappellabile.
  8. La Commissione Giustizia decide in merito all’eventuale radiazione del socio, in base alla gravità dei fatti oggetto di decisione. Si prevede la possibilità di appello presentata ai Soci fondatori. La Commissione Giustizia dovrà conformarsi alla decisione dei Soci fondatori.

Art. 18  Per controversie trai soci, gli stessi si obbligano ad adire la Commissione Giustizia, la quale sulle questioni decide in autonomia e insindacabilmente.

Art. 19  E’ prevista la Conciliazione delle controversie.

Art. 20  Il Foro competente eletto è quello di Milano.

Art. 21  Per quanto non previsto si fa riferimento alla vigente legislazione italiana.

Il Presente Atto non ha obbligo di  registrazione, ma potrà essere Registrato a cura del Presidente.

Data 24/06/2023

Firma

Il Presidente

Mulino Daniele                                                          Firma

Il Vice Presidente/Segretario

Rossi Adriano

Altri contenuti :

Cpe logo400x400tr

 

Cpe logo150tr 301

CPETrader - Collegio Professionale Europeo dei Trader Professionisti. Associazione professionale senza scopo di lucro riconosciuta da Mise, Miur, Edufin, dal Parlamento Italiano ed Europeo. CPE costituisce un Albo professionale per la Formazione, Tutela e Certificazione dei trader professionisti.